Modello Organizzativo di autocontrollo previsto dal D. Lgs. 231/2001
Organismo di Vigilanza odv@codess.com
 

MODELLO 231


Il Consiglio di Amministrazione in data 07 maggio 2013 ha approvato il Modello Organizzativo di Autocontrollo previsto dal D.Lgs. 231/2001 come unico strumento esimente per la società in caso di accertamento di reato compiuto da una persona fisica che risulti in qualche modo legata alla Cooperativa.
Il processo di costruzione del Modello, durato alcuni mesi, ha prioritariamente assicurato l’adempimento sostanziale delle prescrizioni normative, ma  è stato vissuto all’interno di Codess soprattutto come occasione di ripensamento organizzativo, attraverso il  coinvolgimento delle figure che hanno responsabilità apicali,  l’apporto delle figure intermedie,  l’informazione alla compagine dei soci e la possibilità data ai diversi interlocutori di intervenire segnalando eventuali criticità.
 
Con la costruzione e l’adozione del Modello Organizzativo, conforme alle disposizioni contenute nel Decreto Legislativo 231/01, Codess Sociale ha inteso procedere al rafforzamento del proprio sistema di governance interna, attraverso uno strumento atto a favorire comportamenti corretti, trasparenti e rispettosi delle norme da parte di tutti coloro che operano per conto o nell’interesse della Cooperativa.

Nel corso del 2016 si è proceduto ad una completa revisione del modello, finalizzata a:
  • riconsiderare il grado di esposizione al rischio di commissione dei reati per l’organizzazione, in particolare nelle aree maggiormente “sensibili
  • aggiornare il Modello rispetto ai nuovi illeciti introdotti di recente dal Legislatore all’interno del Decreto 231/01
  • definire modifiche e miglioramenti, in particolare rispetto alla possibile introduzione o approfondimento di presidi specifici di prevenzione dei reati

In conseguenza all’attività di riesame del Modello Organizzativo, si sono svolti incontri di formazione al fine di sensibilizzare e responsabilizzare i ruoli di raccordo e coordinamento presenti nell’organizzazione, in coerenza con quanto richiesto dal Decreto 231/01.
Si è inoltre proceduto con la realizzazione di apposito corso FAD per fornire a tutti gli operatori di Codess Sociale una conoscenza di base del Modello 231, soprattutto con riguardo ai reati maggiormente impattanti con la gestione quotidiana dei servizi e le modalità di segnalazione degli stessi.
 
Il Modello Organizzativo di Codess Sociale mira in particolare a:
  • predisporre un sistema strutturato e organico di prevenzione e controllo finalizzato alla riduzione del rischio di commissione di reati connessi alle attività aziendali;
  • introdurre all’interno dell’organizzazione presidi, disposizioni e protocolli adatti a scongiurare condotte illecite rilevanti ai sensi del D. Lgs. 231/01, valorizzando inoltre quelli già presenti e funzionanti;
  • far conoscere in maniera chiara ed esplicita a tutto il personale dipendente, ai collaboratori, ai consulenti, alle imprese fornitrici e alle organizzazioni partner i principi etici e le norme comportamentali adottate dalla Cooperativa e vincolanti per coloro che operano per conto di essa;
  • render nota a tutto il personale dipendente, ai collaboratori, ai consulenti, alle imprese fornitrici e alle organizzazioni partner l’importanza di un puntuale rispetto delle disposizioni e dei protocolli contenuti nel Modello, ed inoltre l’esistenza di misure disciplinari finalizzate a sanzionare i casi di violazione delle disposizioni e dei protocolli stessi;
  • impegnarsi a fondo per prevenire il realizzarsi di fatti illeciti nello svolgimento delle attività sociali mediante un’azione di monitoraggio continuo sulle aree a rischio, attraverso una sistematica attività di informazione e formazione del personale e mediante interventi atti prevenire e contrastare la commissione degli illeciti.
 
Il Modello Organizzativo di Codess Sociale non sostituisce né duplica, ma integra gli altri sistemi e strumenti di gestione e di controllo presenti in Cooperativa, in particolare quelli operanti nei seguenti ambiti organizzativi:
  • pianificazione e controllo;
  • qualità;
  • sicurezza in ambiente di lavoro;
  • responsabilità sociale;
  • sicurezza alimentare;
  • tutela ambientale;
  • protezione dei dati personali.
 
Al fine di facilitare l’inoltro delle segnalazioni all’Organismo di Vigilanza  da parte dei destinatari del Modello che vengano a conoscenza di violazioni anche potenziali,Codess ha attivato un canale di comunicazione dedicato, e precisamente la  casella di posta elettronica odv@codess.com

 
  Modello 231